Ravioli di topinambur, con pancetta, nocciole e timo {con farina di farro}

Pasta, Primi piatti sfiziosi e originali

I ravioli di topinambur sono un primo piatto sfizioso. Il ripieno li rende speciali e delicati, adatti al pranzo dei giorni di festa.

La cucina di stagione è una abitudine e una necessità nella nostra cucina. La campagna regala prodotti genuini che spesso ci vengono donati in abbondanza. Allora la sfida è cercare di non sprecare nulla di tutto quello che abbiamo a disposizione. Con i topinambur ho preparato questi ravioli, se ti piace la pasta fresca leggi anche le altre ricette sul sito.

Inoltre cuocendoli al vapore scoprirai come è facile sbucciarli quando è necessario farlo. La buccia dei topinambur è infatti commestibile e si può lasciare quando si vogliono consumare crudi, in padella o al forno. Per preparare pasta ripiena, sformati o purè di topinambur invece si possono far cuocere prima al vapore e poi sbucciali e tritarli.

Ho impastato la farina con uova e acqua per rendere la pasta più leggera: in questo caso ho usato farina di farro bianca e farina 0, ma sono perfette anche la farina di farro semi-integrale o la farina di frumento 1 per fare la pasta.

Il sapore dei topinambur è molto particolare e delicato e per valorizzarlo o scelto un condimento saporito e croccante: pancetta e nocciole croccanti, con l’aroma di timo.

Sei pronto a mettere le mani in pasta?

Ravioli di topinambur_Posate Spaiate

Ingredienti per fare i ravioli di topinambur

per 4 persone

  • Per la pasta fresca:
  • 300 gr di farina farro (bianca o integrale)
  • 300 gr di farina 0
  • 3 uova + 10 cucchiai di acqua (circa 150 gr)
  • 2/3 rametti di timo (fresco o secco) + un cucchiaio di olio
  • Per il ripieno:
  • 800 g di topinambur cotti a vapore e pelati
  • 1 scalogno
  • 2 uova
  • 100 g parmigiano
  • pan grattato
  • timo secco
  • sale, pepe, olio extravergine di oliva qb
  • per il condimento: olio evo, pancetta, nocciole, timo (fresco o secco), erba cipollina, parmigiano

Prepara il ripieno di topinambur

  1. Lava e spazzola i topinambur, rompendoli in corrispondenza delle pieghe per poterli pulire bene dalla terra eventualmente non raggiungibile in altro modo.
  2. Fai cuocere i topinambur a valore: ci vorranno circa venti minuti, poi lasciali raffreddare un po’ finché non riesci a maneggiarli per togliere la pelle.
  3. Taglia finemente lo scalogno in una padella con un cucchiaio di olio evo, appena trasparente aggiungi i topinambur, fai insaporire e regola di sale e pepe.
  4. Frulla i topinambur e appena tiepidi aggiungi le uova e il parmigiano e un cucchiaino di noce moscata. Aggiungi qualche cucchiaio di pangrattato per rendere il ripieno asciutto e abbastanza compatto.

Prepara la pasta fresca con farina di farro

  1. Mentre i topinambur cuociono amalgama le farine in una ciotola o nell’impastatrice.
  2. Aggiungi le uova e l’olio e comincia ad amalgamare gli ingredienti. Aggiungi alcuni cucchiai di acqua finché la farina non sarà del tutto assorbita, ce ne vorranno circa una decina ma vai adagio aggiungendoli poco per volta. La quantità di acqua necessaria dipende anche dal tipo di farina utilizzata.
  3. La pasta dovrà essere malleabile ma ben asciutta, non deve appiccicarsi alle dita.
  4. Lavorala a mano per almeno dieci minuti e poi lascia riposare coperta da una ciotola per almeno mezz’ora.

Assembla i ravioli ripieni di topinambu

  1. Passa la pasta più volte nella macchina della pasta, riducendo man mano lo spessore. Poi stendi la sfoglia posizionando la macchina sullo spessore 5 (il penultimo nella macchina Imperia).
  2. Taglia la sfoglia e posizionala sulla raviolatrice, aggiungi un cucchiaio di ripieno per ogni raviolo, copri con un’altra sfoglia e chiudi passando il mattarello. Capovolgi la raviolatrice, taglia i ravioli e rifinisci i bordi con il tagliapasta.

Servi i ravioli di farro con ripieno di topinambur

  1. In una padella metti olio, pancetta e timo, fai rosolare la pancetta dolcemente per renderla leggermente croccante e poi tieni da parte.
  2. Taglia le nocciole al coltello oppure con un frullatore per ottenere una granella grossolana.
  3. Porta a bollore una pentola di acqua salata insieme ad un paio di rametti di timo, immergi i ravioli e fai cuocere per 4 o 5 minuti.
  4. Scola i ravioli e mettili nella padella con il condimento insieme ad un mestolino di acqua di cottura e ad una generosa grattata di parmigiano.
  5. Decora ogni piatto con la granella di nocciole tostate, timo e erba cipollina.

Come conservare la pasta ripiena

Con queste dosi otterrai una dose abbondante di ravioli, se vuoi conservarli passali in congelatore per circa 20 30 minuti, poi trasferiscili in sacchetti per congelare. Su ogni sacchetto scrivi il numero di ravioli, il relativo numero di persone e il tipo di ripieno. Questi ravioli sono abbastanza grandi e ne basteranno 7 o 8 per ogni porzione. Parti da questa indicazione per dividerli nei sacchetti a seconda di come prevedi di consumarli.

Ravioli di topinambur_Posate Spaiate

Le ricette simili

Gnocchi di patate e zucca con fonduta...
Con gli gnocchi non sono andata subito d’accordo. Ma poi li...
Read more
Ravioli di farina di castagne, con ricotta,...
I miei ravioli di farina di castagne sono sani e...
Read more
Canederli con biete e ricotta {ricetta leggera}
I canederli sono deliziosi gnocchi di pane raffermo e verdure...
Read more

Ultime ricette